Il Marchio EU

Dopo un lungo dibattito politico, con la Direttiva 2015/2436/UE e con il Regolamento 2015/2424/UE, la Commissione UE, il Parlamento UE e il Consiglio UE hanno approvato il pacchetto di riforme del sistema di registrazione dei marchi d’impresa.

La Direttiva 2015/2436/UE che sostituisce la precedente 2008/95/CE, è entrata in vigore il 12 Gennaio 2016 e contiene una serie di misure volte ad armonizzare e riavvicinare le procedure di registrazione dei marchi a livello nazionale con quelle previste dal sistema del  marchio comunitario. Con tale Direttiva che dovrà essere recepita dagli Stati Membri entro il 14 Gennaio 2019, sono previsti strumenti per facilitare e semplificare le procedure di registrazione dei marchi, nonchè misure per rafforzare la lotta alla contraffazione. [continua a leggere]

Il Regolamento 2015/2424/UE entrerà in vigore il 23.03.2016 e da tale data, l’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno (UAMI) sarà denominato Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) e il marchio comunitario si chiamerà marchio dell’Unione Europea (UE). I marchi comunitari esistenti in tale data diventeranno automaticamente marchi dell’Unione Europea.

Le principali modifiche apportate dal Regolamento comunitario No. 2015/2424/UE sono le seguenti:

  • riduzione delle tasse di deposito e di rinnovo: è stato introdotto il sistema “una tassa per ogni classe”.
  • Deposito della domanda di marchio UE (cartaceo e/o con e-filing) solo presso EUIPO.
  • Relazioni di ricerca del marchio UE solo su richiesta del richiedente e senza pagamento di alcuna tassa.
  • Viene meno il requisito della “rappresentazione grafica” quale requisito per definire l’idoneità di un segno a costituire un marchio UE.
  • Possibilità di proporre opposizioni sulla base di DOP  e IGP
  • Sulla scorta della prassi sviluppatasi dopo la sentenza nella causa C-307/10 ‘‘IP Translator”, è necessario che i prodotti e servizio oggetto di registrazione di marchio siano identificati con chiarezza e precisione. I titolari di marchi registrati prima del 22 giugno 2012  che contengono l’intera classe della Classificazione di Nizza, potranno, sino al 24 settembre 2016, depositare una dichiarazione nella quale esprimere la volontà di rivendicare i prodotti e servizi che dovevano intendersi protetti al momento del deposito della domanda, al di là di quelli espressamente coperti dal significato letterale dell’indicazione contenuta nel titolo  titolo della classe. Qualora non venisse depositata la Dichiarazione, l’EUIPO considererà che il marchio protegge i prodotti e servizi coperti dal significato letterale delle indicazioni che figurano nel titolo della classe merceologica.
  • Viene introdotto il marchio di certificazione
  • Possibilità di impedire l’introduzione di merce nel territorio Doganale UE, anche se non immesse in libera pratica.

I contenuti della Direttiva 2015/2436/UE e del Regolamento 2015/2424/UE impattano vuoi su profili amministrativi/procedurali, vuoi su aspetti sostanziali del sistema di registrazione dei marchi, nonché sulla successiva tutela degli stessi.

Con riferimento ai marchi depositati prima del 12 giugno 2012, il nostro studio è a disposizione per eseguire la verifica dei prodotti rivendicati in quelle registrazione e per valutare, se procedere o meno, al deposito della dichiarazione di integrazione dei prodotti e servizi, nei termini previsti dal Regolamento comunitario.

 


Metroconsult Torino | Via Sestriere 100, 10060 None Torinese (TO), Italia - Tel +39 011 9904174 - Fax +39 011 9904182​
Metroconsult Milano | Foro Buonaparte, 51 - 20121 Milano, Italia - Tel. +39 02 36720300 - Fax +39 02 36720301
Metroconsult Genova | Via Palestro, 5 - 16122 Genova, Italia - Tel. +39 010 8196592 - Fax +39 010 8601055

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

P. IVA / CF: IT 06545970011
RC Professionale Zurich N. 109H4998 - Massimale € 5.000.000,00

​© 2012-2016 METROCONSULT S.R.L. - All Rights Reserved

 

 

template joomla